30 gennaio 2015

Tex-Mex chicken wings con sciroppo d'acero e chipotle

chicken wingsPoteva mancare l'americanata della settimana? Certo che no!
Tra l'altro questa ricetta qui è anche discretamente sana e molto meno calorica di quello che potrebbe sembrare; il metodo di cottura di queste alette di pollo qui, infatti, fa si che perdano la maggiorparte del grasso, restando per altro tenerissime, succulente e perfettamente rosolate e "sticky". Il sapore inconfondibile viene dalla marinatura e dalla salsina che viene usata per glassare le alette a fine cottura. In entrambi i casi l'ingrediente che fa davvero la differenza qui è lui: il chipotle!


28 gennaio 2015

Tartare di salmone con finocchio, mela verde e aneto

tartare di salmone
Piattino della collezione "Corolla" di Forme Roma in vendita su Dishesonly.com
Ormai sembra che l'appuntamento con la ricetta light sia diventato una costante su questo blog! In verità ultimamente in casa Pane&Burro si cerca di cucinare con un occhio alle calorie (ma non troppo, torneranno anche le riccettine goduriosamente peccaminose, non preoccupatevi!) e questa mi sento di classificarla in questa categoria. Qualche settimana fa sono andata dal mio pescivendolo di fiducia, l'unico dove trovo un filetto di salmone degno di tale nome (niente a che vedere con quei filetti sottili sottili che si trovano solitamente al supermercato... da lui il filetto di salmone è alto almeno 5 centimetri!) e abbiamo preso un bel pezzo di filetto, una parte, quella centrale e più spessa per l'appunto, l'abbiamo utilizzata per un'altra ricetta che presto vedrete, con quello rimasto ci abbiamo fatto questa tartare qui, fresca, delicata, con una nota leggermente acidula. Ci è piaciuta parecchio, perciò eccola qui! 


26 gennaio 2015

Una torta di mele... coi baffi!

cake sliced blog
Leggo sempre con grande piacere tutti i post della mia amica Laura, se non conoscete il suo blog Il Gambero Russo non sapete cosa vi perdete.. Non solo ricette buone da addentare lo schermo all'istante, un occhio fotografico veramente unico che ti cattura e ti conquista, ma in particolare quello che mi piace gustarmi in un momento di pausa e di relax sono i racconti che Laura riesce a regalarci con uno stile, una raffinatezza linguistica e una delicatezza veramente molto rari.. E così, qualche giorno fa, gustandomi questo suo ultimo post, non ho proprio potuto fare a meno di trattenermi dal lasciarle un commento, dato che anche il mio papà, giustappunto, porta da sempre un bel paio di baffoni... Raccontandole dei baci sulla guancia del mio papà che mi facevano sempre il solletico quando ero bambina, lei mi ha risposto con la sua abituale gentilezza, confermando una simpatia nei suoi confronti, pur non avendo mai conosciuto il mio papà nella vita reale, che avevo in qualche modo già intuito nei tanti commenti che ci siamo scambiate in occasione di molti post suoi e miei in questi ultimi due anni di blog.. e così in quell'occasione la bella Laura, sempre attenta e delicata, si è ricordata che una volta le avevo lasciato un commento a proposito di una torta di mele galeotta che fece innamorare i miei genitori. In particolare il commento lo avevo lasciato proprio su questa torta qui, che mi aveva molto incuriosita per la totale assenza di grassi (infatti è priva sia di olio che di burro) e un po' perché, per tradizione familiare, a casa nostra la "torta di mele" ha da sempre un significato particolare, che un giorno vi racconterò.. Perciò, cercando una ricetta per una torta in grado di coniugare le esigenze di leggerezza del 50% della famiglia, che negli ultimi tempi condizionano un po' le mie scelte in cucina, senza dimenticare però il piacere dell'assaggio, grazie ai baffi degli antentati di Laura e a quelli del  mio papà mi sono ricordata di questa torta qui, che da tempo giaceva nella lista delle cose da cucinare.. La ricetta si ispira a quella originale dei Calycanti e tratta dal loro libro "Torte di mele", riportata fedelmente da Laura nel suo post, io ho fatto solo alcune piccolissime modifiche perciò vi lascio anche la mia ricetta. Una torta squisita, morbida, umida, rustica, con una deliziosa crosticina croccante in superfice, perfetta per la colazione o per il tè. Vi consiglio davvero di provarla e credo proprio che la rifarete spesso, come me.. Perciò, dedicato alla mia amica Laura, la torta era di mele (anche se il secondo non era un arrosto, ma questa la capiamo solo in due.. !)

ricetta
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...