15 settembre 2014

Una domenica di fine estate

BANCONE copia
"..Sunday morning, praise the dawning
it's just a restless feeling, by my side.."
[Velvet Underground]

Le ultime domeniche di settembre.. mi mettono addosso una certa malinconia, quella legata all'estate che si avvia lentamente alla sua conclusione, ma sono in fondo quelle che preferisco, quando ci regalano giornate di sole ancora alto e caldo, che si mescola all'aria un po' più fresca e frizzantina, soprattutto al mattino e dopo il tramonto. La spiaggia semi vuota, il mare di un blu sorprendente e cristallino anche qui, a due passi da casa.. la sera inzia ormai a far troppo fresco, ahimé, per poterci concedere ancora qualche cena "al fresco" a lume di candela, così la terrazza ce la godiamo ancora un po' durante il giorno, e anche se in questo periodo i fiori cominciano ad essere sempre più radi ci regala ancora momenti di ineguagliabile rilassatezza. 

quartetto terrazzo
je suis sur la terrasse


Questa domenica, a casa Pane&Burro, è ricominciata ufficialmente la stagione delle torte, abitudine che tendo ad abbandonare nei mesi estivi un po' per via delle temperature e la poca voglia di accendere il forno, un po' perché i nostri sabati estivi tendono ad essere sempre meno casalinghi di quelli invernali. Invece questo fine settimana avevo proprio voglia di infornare un buon dolce per la colazione della domenica, una di quelle torte "da credenza" come ho letto una volta dall'amica blogger Marina, termine al quale mi sono immediatamente e irrimediabilmente affezionata. Volevo una di quelle torte soffici, che si sciolgono in bocca morso dopo morso, ma meno "carica" di una quattro quarti, della quale però ricercavo la consistenza.. Ho trovato la soluzione, girovagando in rete, prendendo idee di qua e di là in questa torta al mascarpone, che ha una consistenza molto simile alla quattro quarti ma risulta decisamente meno burrosa al palato. Semplicemente deliziosa per una colazione casalinga di fine estate..

fette copia
mirtilli680


.

12 settembre 2014

Il ritorno dell'aperi-terapia: beignet di baccalà

bignet di baccalà680
Insomma, era da un po' che qui sul blog mancava l'appuntamento con l'ape-ricetta del venerdì o sbaglio? Rimediamo subito, e chiedo venia se anche oggi (dopo il post di lunedì) vi faccio friggere ancora un po'.. il fatto è che queste frittelline qui, che sono veramente un attentato alla linea perché davvero una tira l'altra, mi hanno in qualche modo fatto fare "pace" con il baccalà, che non è che sia proprio tra i miei cibi preferiti anzi, diciamolo pure, non mi piace davvero mica tanto.. Però, per il sano e vecchio principio che "anche una suola di scarpe, se fritta, è buona" mi sembra ovvio che il baccalà non possa proprio fare eccezione. E infatti, le frittelline di cui sopra sono piaciute molto anche a me.. sarà per le spezie e gli aromi che in un certo senso aiutano a cammuffare un po' il gusto forte del baccalà, sarà per la peccaminosa maionese al lime, aglio e coriandolo che le accompagnava insomma... io le ho trovate davvero buone e sfiziose, perfette per un aperitivo da fine settimana. 
E buon week end a tutti!

10 settembre 2014

ME-LO-NI-TO... il mojito senza [troppi] sensi di colpa..

melonito copia
Più o meno funziona così: decidete di prepararvi qualcosa di fresco, sano, dissetante in una calda giornata d'estate, spaccate a metà un meloncino francesino così dolce e profumato e succoso, bello fresco, sbucciate un paio di lime (che nel mio frigo non mancano praticamente mai..), tagliate tutto a pezzetti per farci un bel frullato, aggiungendo un paio di cucchiai di zucchero di canna e una bella manciata di cubetti di ghiaccio.. e già siete lì, mentre scavate il centro del melone col cucchiaio per eliminare i semi, che vi pregustate con la mente tanta dissetante frescosità che l'occhio vi casca su quella piantina di menta che ha, in poco tempo, invaso la fioriera. E da lì a trasformare un sano frullato in un sorprendente aperitivo è un attimo.. basta aggiungere una bella mancaiata di foglioline di menta fresca e una più o meno generosa spruzzata di rhum bianco ed eccolo qui, il vostro cocktail leggermente alcolico dell'estate, da bere, più o meno, senza troppi sensi di colpa. In fondo, era nato come un semplice frullato! Più che una ricetta, un'idea e ve l'ho già snocciolata praticamente già, per le dosi andate un po' a occhio e a vostro gusto, mettete tutto in un grande frullatore e via. Buono, fresco, dissetante e allegro. Perfetto per cercare di fermare ancora qualche attimo di questa estate che si sta lentamente concludendo. 

melone lime copia
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...